Libri

  • COME SONO DIVENTATO TRUCCATORE

    COME SONO DIVENTATO TRUCCATORE

    Racconti veri da una vita piena di immaginazione

    Questo libro sostiene l¹Africa: parte del prezzo di copertina verrà devoluto a COSA e a SUNUGAL, associazioni non a scopo di lucro le cui attività seguo personalmente in Italia e in Senegal. Inoltre è possibile scegliere la formula libro + DVD, back-stage di "DIO d’ACQUA", elucubrazione iconografica sulla cupidigia umana ispirata all’opera di Marcel Griaule sulla cosmogonia dogon. All’ interno del volume si trovano le indicazioni per chi desidera sostenere le associazioni con ulteriori donazioni. Più gente lo acquisterà, maggiori saranno i sostegni che perverranno alle associazioni. Grazie. Stefano Anselmo

    Prefazione (di Gioele Dix)

    Se dovessi usare una parola soltanto per definire il talento di Stefano Anselmo, sceglierei sguardo. Non conosco nessun altro capace di guardare persone e cose con la stessa nitida e stupefacente esattezza. Un occhio clinico, analitico, fotografico di rara precisione. Fagli passare davanti per una manciata di secondi un volto o un oggetto e lui te lo saprà descrivere in ogni dettaglio. Certo, un’attitudine che non può bastare da sola a spiegare il successo del suo lavoro, ma che ne ha orientato e condizionato da sempre l’ispirazione. Non credo gli piaccia che lo si definisca un genio, né tanto meno un artista, e dunque non lo farò, mica voglio farlo irritare proprio nel bel mezzo della prefazione al suo libro. Ma il problema di trovare un modo per descrivere la sua speciale bravura esiste. Stefano è un truccatore, d’accordo, ma questo non è sufficiente a raccontare quello che sa fare, né tanto meno quello che instancabilmente prova a insegnare. È un personaggio unico, direi non plurale, il che non vuol dire necessariamente singolare, non nel senso corrente per la verità un po’ ambiguo di stravagante, irregolare, o peggio sopra le righe. Colpisce anzi il rigore col quale ha affrontato negli anni le diverse sfide professionali, unito a una sorta di benefico understatement che gli ha impedito di avventurarsi in futili percorsi da divo del maquillage. E pensare che avrebbe potuto, lui che nel suo mondo è un numero uno. Invece no. La sua forza creativa sta tutta nel coraggio, nella curiosità e in una tenace, quasi ostinata predilezione per il nuovo. Una vocazione innata ad appassionarsi a ciò che non è conforme, a sperimentare tecniche inusuali, a disegnare volti e scenari inattesi. Ecco perché la parola chiave per interpretarlo è sguardo: vedere è facoltà alla portata di chiunque, ma per guardare occorre una sensibilità acuta e raffinata, insomma è affare per pochi. E anche soltanto sfogliando questo libro si ha la prova dell’ecletticità della sua carriera, costruita su un perfetto mix di mestiere e di improvvisazione, di scienza (ogni professione ne ha bisogno) e di fantasia. Qualcuno penserà: scrive così perché sono amici. Già. Ma un amico del genere è un investimento, ti preserva dalla noia mortale dell’ovvio. E poi i gusti sono tutto (o quasi) nella vita e i nostri sono molto simili, fin dal primo giorno della nostra amicizia: ci piace molto la storia e quasi per niente la cronaca, ci piace la gente che non la fa tanto lunga, ci piace la bellezza nascosta, ci piace storpiare le parole, ci piace fare tardi a parlare di sciocchezze, ci piace ridere e anche riderci impietosamente addosso. Forse siamo anche persone serie, ma non ci prendiamo molto sul serio. Derek Walcott ha scritto in una sua poesia: Certe cose non le scegliamo noi, ma siamo quello che abbiamo fatto. Dedico queste asciutte ed esatte parole a Stefano, ai suoi ammiratori e a tutti i truccatori e struccatori che gli devono qualcosa. Me compreso. Gioele Dix

    Introduzione

    Proprio come gli antichi alchimisti insegnavano, nel tempo diventi man mano quello che fai: nel perseguire un intento, nel reiterare un’ azione, un gesto, un pensiero; un processo evolutivo che non ha mai fine. Perchè, come scrive Osho : il pensiero è di seconda mano: tutti i tuoi pensieri ti arrivano dagli altri. Prova a rifletterci: riesci a trovare un singolo pensiero che sia tuo, veramente tuo, che sia nato da te? Sono tutti delle ripetizioni, cose prese a prestito. La mente è un biocomputer: tu continui a raccogliere dati, conoscenze, informazioni e poi quando sorge una domanda specifica, la mente fornisce la risposta tratta da quella collezione. Non è una vera risposta, nasce da cose passate, sempre. Sono passati quasi cinquant’anni da quando la rubrica di bellezza curata da Alberto De Rossi attirò la mia attenzione sulla possibilità di correggere le facce col trucco. Avevo 11 anni. Una vita dedicata alla bellezza? Forse. Ma sicuramente anche ad altro. Che ha disegnato il modo di esercitare la mia professione, di fare il trucco. E di insegnarlo. Mai nulla fatto per calcolo o per raggiungere un traguardo: unicamente per il gusto di lasciarsi trasportare dalle cose che attirano, che piacciono; dalle preferenze. Mi è stato chiesto di raccontare del mio lavoro. Tuttavia ho preferito raccontare soprattutto le cose che mi hanno fatto diventare ciò che sono e che costituiscono il cemento del mio “modus”. Nel lavoro di ricerca a ritroso, necessario alla stesura di questo volume, ho scoperto di avere preferenze (io come tutti, presumibilmente), che mi sono portato appresso per tutta la vita. Africa e Egitto, temi di cui avrete la nausea alla fine di questo volume, fecero irruzione nella mia vita fin da piccolo. Anche la musica jazz che ascoltavo da ragazzino ha cambiato la mia visione del mondo, arricchendo la mia vita interiore e offrendomi una sorta di anteprima su di esso, ancora prima di uscire dalla piccola e civettuola città di Vercelli. Sognavo sulle “note blue” quello che poi ho avuto modo di conoscere attraverso i viaggi, incontrando genti, assimilando lingue e parlate diverse dal mio vercellese e dal mio italiano. Vedendo ricchezze e povertà, conoscendo e apprezzando altri sapori e altri profumi, venendo a contatto con la varietà delle forme di comunicazione, dei linguaggi, nonché la facoltà di comunicare tra i popoli di qualsiasi tipo e religione; scoprendo che ciò significa rispettare gli altri in quanto uomini, e come tali, portatori di dignità, cultura e conoscenza. Stefano Anselmo.

    Indice

    Presentazione

    Prefazione

    Parte prima: C’era una volta... Tanto tempo fa... - Per Ankh - Casale Popolo, cantone Corno - Buonanotte - Il Taviu e la Preziosa - Il “Blanka” - Il Festival di Sanremo - A Vercelli.

    Parte seconda: Montenapo / Accademia Albertina - La nonna tranviera - Alla S.E.M. - Geneviève - L’ istituto tutto d’ oro - Le mie Signore - Virginia e il mascara - Ho imparato a truccare le ciglia con cura - Le dive - I primi anni - “Amici Miei” a Vercelli - Beirouth - Depilazioni esotiche e non - Le mezzè - La dolce vita milanese - Trucchi folli - Le ciglia artificiali e le sopracciglia “verticali” - Ciglia e sopracciglia d¹epoca - Gli anni delle dive modelle - Le tout-Milan - Il Number One.

    Parte terza: Diventare Truccatore / La B.C.M - Il Mestiere di Truccatore - Trucco & parrucco - Truccatori col mouse - Dietro le quinte - I Creativi - I capricci della moda - La Tendenza – Know how - Sharm, Aswan, El Qurna - La terra dell¹Arco - Alla ricerca di antichi pigmenti - Il commento di un’ osservatrice misteriosa - Il lavoro sugli Egizi per Focus extra 2003 - Il giorno del servizio fotografico - Il trucco degli occhi - Come si cambia... - Nefertiti, la bellissima è tornata Insegnare Trucco - Manca una cultura dell¹immagine - Il trucco e la moda - La moda, lo stile, il trucco – I termini di paragone - Lo smoky eye.

    Parte Quarta: Africa e dintorni / L’Africa - Trucco “etnico” - Perché mi occupo di Africani - Il nonno Stefano - Africa milano - Diallo - Via Settembrini - La pigione - Gli africani e l’estetica - Narcisi d’ Africa - I Boy Dakar e i Kow kow - Grawul - Italiani brava gente - Truccatori extra - La coppa dei campioni - Purtroppo - Considerazioni melaniniche - Storie di ordinario razzismo - Il colosso di Rodi - Soul man - Rocco Milanesi - Razzismo istituzionalizzato - L’ immagine dell’ identità africana tra fraintendimento e negazione – Black people - Depilazione, Rasatura e follicolite - Cura e prevenzione - Voglia di chiaro - La faccenda del pisello lungo - Gullit e i dreadlocks - I dreadlocks - La Capigliatura - I Giovani d’ oggi - La moda made in Africa - Africa ricca e gloriosa - Ife - Il declino.

    Parte quinta: La Bellezza / Riflessioni sparse lungo i chilometri e la storia - Il cubismo - Ma cosa può essere definito Bello? - Nuba di Kau - I Wodaa e Trasformazione - Bellezza nera, bellezza bianca - Una bella bocca.

    Parte sesta: Divi & Divine / Da Geneviève a Sanremo - Milva - Iva Zanicchi - Mina la musa dai mille volti - L’ incontro - Il mio primo trucco - La faccenda delle sopracciglia rasate - Truccando Mina - Salomè - Italiana - Del mio meglio n. 7 - Catene – Rane Supreme - Sorelle Lumière - Lochness - Canarino Mannaro - Pappa di latte - Cremona -Sanremo - Olio - Mina Assira - Mina in Studio - Veleno - Sulla tua bocca lo dirò - Caramella - Divi e cantanti - Platinette - Marcella Bella - Loretta Goggi - Amy Stewart - Le palpebre quadrettate - Lo sguardo grande di Ornella Vanoni - Anna Oxa - Body painting con la tempera – L’ ultima volta con Anna - Mimì - Loredana Berté - Vasco Rossi - Sterling St Jacques - Enrico Ruggeri – Gioele Dix - Renato Zero.

    Parte settima: Gli Amici Fotografi / Gli esperimenti con Mauro - Da Polistena a Photobent - Bottino e il Vampiro - Enrique save our teeth! - Finalmente ho conosciuto il conte Dracula - Cosimo Buccolieri - La Grecia Antica - Focus Storia n. 5 - La regina delle brioches: Sesso e Potere - Le Madonne di Giovannino - Turris Eburnea, benedìcta tu in mulièribus - Mater Veneranda - Fructus ventris tuis, Jesus - Medicaminia faciei Foeminarum - Dio d’ Acqua - Le pietre preziose - Il petrolio.

    Parte ottava: Do ridade (Due risate)

    Pagine solidarietà pro Africa

    Questo libro aiuta l' Africa: il 10 % del prezzo di copertina verrà devoluto a C.O.S.A. e a SUNUGAL, associazioni non a scopo di lucro le cui attività seguo personalmente in Italia e in Senegal. Se volete saperne di più per contribuire ulteriormente allo sviluppo dei questi nobilissimi progetti, con un versamento personale, leggete, qui di seguito, le idee e i progetti di C.O.S.A. e SUNUGAL. La visione comune della diversità come fonte di reciproco arricchimento e la consapevolezza che la solidarietà, lo scambio culturale, le relazioni tra i popoli sono l¹unica via per affrontare il contesto globalizzato in cui viviamo. Un’ idea che negli anni si è dimostrata vincente e che ha permesso a C.O.S.A. di crescere e di concretizzare iniziative di rilievo culturale e sociale. Progetto per il quale chiediamo sostegno Tutela della maternità e del parto: creando una struttura, La Maison d’ Accueil, vicino all’ ospedale di Koungheul, quale punto di appoggio per le donne all¹ultimo periodo di gravidanza e soprattutto con gravidanza a rischio.

    IBAN: IT32 L030 6909 4900 0000 1144 560 - SWIFT: BCI TIT 22132 Banca Intesa SanPaolo c/o Filiale Milano - Donazioni: C.O.S.A. onlus rilascia il certificato di donazione per la detrazione fiscale.

    Alcuni progetti realizzati da C.O.S.A. : Accesso all’ elettricità al villaggio di Khourdan in Senegal, (co-finanziamento Mondial Assistance Italia). - Donazione di un’ ambulanza - centro mobile di rianimazione per la futura La Maison d’ Accueil dalla Croce Bianca di Milano. - Formazione e informazione agli immigrati per un migliore orientamento e integrazione. - Sostegno ai bambini immigrati con la creazione di spazi dedicati ai compiti scolastici. - Aiuto ai laureandi e ricercatori per reperire materiale bibliografico di studio sull¹Africa. - Fondo Africano rionale di Lambrate Valvassori Peroni (biblioteca per ragazzi), donato da C.O.S.A.

    Info: C.O.S.A. - Centro Orientamento Studi Africani via Manzoni, 56 20052 | Monza

    CF 97361060151 - Tel. +39 342 073 8247 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.cosafrica.it

    SUNUGAL è un' associazione socio-culturale, nata nel 1990. Sta realizzando diversi progetti in dieci villaggi del Senegal per migliorare le condizioni di vita delle persone che si trovano in contesti rurali e di marginalizzazione. Tra i progetti più importanti abbiamo: Pane migrante: costruzione di una scuola di panificatori a Kelle. Questo progetto intende aprire una scuola di panificatori nel villaggio di Kelle per offrire, a un tempo, lavoro a chi è tornato in patria e aiuto ai giovani per diventare panettieri e produrre pane per i villaggi: un Pane Migrante nato dall¹unione di saperi italiani e senegalesi. Sartoria nella periferia di Dakar In Senegal è difficile trovare lavoro. Non avendo alternative, molte giovani finiscono per sbarcare il lunario per strada e vivendo alla giornata. Sunugal ha costituito un centro di formazione dove le giovani donne che vogliono diventare sarte imparano, oltre alle diverse tecniche sartoriali, anche francese, inglese, igiene, contabilità e altre materie utili per affrontare la difficile realtà di città come Dakar. Sole, Acqua e Terra: costruzione di pozzi e orti in 10 villaggi della regione di Thies. Tre parole magiche per definire le necessità base allo sviluppo dell’ agricoltura in Senegal: uso corretto dell¹energia solare, dell¹acqua e della terra. Questo progetto sta salvando 10 villaggi che si stavano spopolando (i giovani infatti migrano altrove per cercare lavoro), costruendo pozzi per irrigare i campi e favorire lo sviluppo agricolo. I nuovi impianti funzionano a energia solare, cioè a costo zero. Il progetto crea lavoro e produce sostentamento alimentare sia per l’ autoconsumo sia per la vendita nei mercati locali. Adotta un albero a distanza. La desertificazione è un problema per molti paesi africani e anche il Senegal ne soffre. Sunugal chiede a ognuno di voi di adottare un albero da frutta per fermare la desertificazione e per migliorare l¹alimentazione di molte persone. Puoi fare un donazione a SUNUGAL, IBAN: IT25D0504801689000000001630, ma anche venire nei villaggi ad aiutarci oppure venire alla sede dell’ associazione e lavorare con noi qui in Italia. Per saperne di più, visita il sito: www.sunugal.it Se invece desideri fare una donazione col certificato per la detrazione fiscale, fai un versamento a Soliles con “Causale Sunugal” IBAN: IT04C0501801600000000119173, oppure sul Conto corrente postale: c/c n. 89924492 - IBAN: IT51P0760101600000089924492, specificando “Causale Sunugal”

    • Editore incaricato: Rovema srl
    • Via Roma, 120, 20010 Bareggio (Milano)
    • Direttore Responsabile: Marinella Piano | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Autore: Stefano Anselmo
    • Editing: Claudia Stagno
    • Progetto Grafico: Giovanni Montoncello
    • Copertina: Stefano Anselmo
    • Stampa: Bieffe srl
    • Per acquistare: http://www.accademiastore.com
  • TRUCCO PER LA SPOSA

    TRUCCO PER LA SPOSA

    Premessa

    Durante i miei seminari, con crescente regolarità, mi venivano richieste informazioni sul trucco da sposa. Solitamente chiudevo l’argomento sentenziando in modo lapidario che un vero trucco da sposa non esiste. Di volta in volta, però, mi rendevo sempre più conto di quanto, queste persone, avessero bisogno di spiegazioni esaustive su un argomento che, evidentemente, a loro interessava moltissimo. Mi ripromisi, per cui, di rifletterci, esaminando con attenzione tutto ciò che ruota intorno all’immagine della sposa, e alla cerimonia. In breve raccolsi un buon numero di informazioni e codificai una serie di modalità in modo da mettere a punto un vero e proprio metodo col quale intraprendere un percorso didattico e formativo. Nacquero così i miei primi corsi sul trucco da sposa improntati sia allo studio dello stile, sia alla fotogenia e alla durata del make-up, allargando lo sguardo a quegli elementi di fotografia che, per chi si occupa di immagine, costituiscono notoriamente linfa vitale.

    INDICE

    Introduzione

    Parte 1. Il Trucco per la Sposa : L’aspetto della sposa - Il trucco e la moda Caratteristiche - Preparazione della pelle - Fondotinta - Fondotinta: Il fissaggio con acqua - Fondotinta: Il colore, chiaro o scuro? - Fondotinta: Quale fondo usare - Il correttore - Gli occhi - Gli occhi: I colori per gli occhi - Il rossetto - Guance - I fissatori - Le ciglia artificiali - Le decorazioni - Glitter e decorazioni varie - Glitter e decorazioni varie: Applicazione

    Parte 2. Moda & Stile: La sposa ieri - La sposa oggi - Autenticità vuol dire bellezza (lo stile della sposa) - Le spose di oggi - Scegliere il giusto stile, Puntare sull’uniformità di stile - Unconventional bride, Quattro spose dallo stile inaspettato

    Parte 3. White Sposa: White Sposa - La sposa stile Impero - La sposa fin de siécle - La sposa Anni ‘20 - La sposa Anni ’50 - La sposa Anni ‘60 - La sposa esotica: India - La sposa esotica: Giappone - La sposa romantica - La sposa fiabesca - I fiori tra i capelli

    Parte 4. Il Trucco e la Fotografia: I problemi della fotografia - La parola al fotografo - Esecuzione del trucco - Trucco madreperlato? - L’aerografo - In istituto o a casa della sposa - Il dodecalogo per non sbagliare

    Parte 5. Le schede : Le spose - Gli occhi

    Parte 6. E i mariti?: E i mariti? - Il “trucco” dello sposo in breve - La moda delle sopracciglia femminili - L’errore - I 4 errori più diffusi - Le cause - I metodi di depilazione - Ma i rapper, allora?

    Ringraziamenti

    • 199 pagine
    • 158 illustrazioni
    • 20 schede - idea per nuovi look matrimoniali
    • 18 schede - proposta di trucco degli occhi
    • 2014, MERIWAST Edizioni, Milano.
    • Per acquistare : www.accademiastore.com
  • FAREMASCHERE

    FAREMASCHERE

    Dalla fantasia dell’autore e dall’abilità dei fotografi, una raccolta di contenuto spiccatamente ironico; quasi un folle viaggio ad ali spiegate nel mondo dell’ immaginario. In questo volume 53 soggetti dipinti su viso, per lo più con semplici cosmetici, danno vita a personaggi noti come Tutankhamon, La Gioconda, Elisabetta I, oppure a temi antropomorfizzati dall'autore come il trucco da Treno, da Rubinetto e da cane.“Il tuo incantesimo è dare un volto alle cose”Scrivere di sé stessi non è facile e quindi ho deciso di chiedere aiuto alle persone intorno a me: questa frase mi diede lo spunto per la prefazione del presente volume.Fin da piccolo, come tutti, vedevo nelle nuvole volti paffuti di esseri umani, gnomi o animali fantastici e , nel profilo di montagne, muse assenti e misteriose leggiadramente sdraiate; ma la mia specialità, era riconoscere espressioni umane nella parte anteriore delle automobili. In questa visione metafisica la calandra diventava la bocca, la grata dell'aria i denti e i fari gli occhi. In una vasta gamma di espressioni i «musi» delle macchine si trasformavano in una moltitudine di facce. Purtroppo la linea delle automobili di oggi si è fatta più essenziale, priva dei fregi e dei volumi necessari al «gioco delle facce». In questo libro maschero e “smaschero” volti di amici e conoscenti; persone care o fotomodelli professionisti. Esso non è nato, come la maggior parte delle mie precedenti pubblicazioni in qualità di strumento didattico, scritto per insegnare il mestiere del truccatore. Per questo motivo, al suo interno, ho inserito solo qualche consiglio pratico, evitando descrizioni tecniche troppo lunghe e dettagliate. Con questo volume, grazie alla volontà del Dottor Piombino di intraprendere la strada dell’editoria specialistica, ho avuto la fortuna di poter scegliere tra i lavori prodotti in quarant’anni di attività, quelli che più ho amato e che più amo ricordare e che meglio raccontano di me le preferenze, il gusto, lo stile. Vederli riuniti in questa pubblicazione, consacrandoli al ricordo come in un vecchio album di famiglia è per me non solo una gratificazione professionale ma, innanzi tutto, un’intima soddisfazione personale che sarò felice di condividere con i miei lettori.

    INDICE

    Intro - Presentazione - Introduzione dell'autore - Kemet - La Terra Nera - La Regina Neferneferura - La Principessa Ankhesenpaaton - Il Prete AhmosiTutankhamon - El - FayyumFantasilandia - La Corriera - Il Treno - Il Rubinetto - La Bambola di pezza - La Gatta dei Cartoons - Il Cane - Il Mandrillo - Crudelia De Mon - Zodiaco - Aries - Cancer - Leo - Scorpius - Le Carte da Giuoco - Il Re di Cuori - La Regina di Cuori - Il Jolly - Uffizi - La Gioconda - Madonna con Bambino - Elizabeth I - Scultura Policroma - Ritratto di Linda Bajara - Linda con Cappello da Arlecchino - Ritratto Cubista - Ritratto di Mae West - Dark Lady - La Regina degli Aracni - La Regina degli Scacchi - Italiana - Veleno - Premiata Pasticceria - Prima Colazione - Il Gelato - Mostri, Vampiri e Poco di Buono - La Mummia - Dorian Gray - Psycho - Frank-N-Furter - Magenta - Il Vampiro - Palcoscenico - Maschera Greca - Teatro No - Arlecchino - Pierrot - Variazione 1 - Pierrot - Variazione 2 - Il Drago - Eroi, Miti e Leggende - Salomè - Uomo di Atlantide - Agamennone - Guerriero dello Spazio - Araba Phoœnix - Salamandra Filosofale - Nianankoro - Ringraziamenti - Crediti -
    • 175 pag.
    • 53 soggetti, quasi 300 illustrazioni
    • 2005 M-DD Multimedia Digital Design Editrice
    • Per acquistare : http://www.accademiastore.com
  • DIVENTARE ESPERTI DI TRUCCO

    DIVENTARE ESPERTI DI TRUCCO

    Nuovissima Edizione 2015 del best-seller del Maestro Stefano Anselmo, ora direttamente editato dalla sua Casa Editrice. Versione rinnovata, con nuovi testi e nuove illustrazioni: tradotto in diverse lingue e utilizzato in numerosissime Scuole e da centinaia di professionisti, è in costante evoluzione, mantenendosi sempre quale intramontabile e assoluto riferimento del settore. “Nella preparazione di questo nuovo volume ho pensato, soprattutto, a chi vuole occuparsi di trucco di bellezza, sia esso semplice correzione e garbato abbellimento, pura trasformazione, o la semplice espressione di un trend passeggero. Inoltre, ho cercato di esporre, in modo chiaro e conciso, tutte quelle tecniche che consentono di aumentare la bellezza, là dove la natura é stata generosa, o donare gradevolezza ad un viso dove la natura é stata più avara. Ho inserito ciò che ho imparato e le tecniche che ho affinato in molti anni di insegnamento. Pensando anche al nostro inevitabile futuro multietnico ho inserito un capitolo sul trucco dei soggetti di pelle nera e su quelli asiatici e, visto l'interesse manifestato dalle estetiste per questo argomento, ho dedicato un capitolo al trucco per la sposa ed uno trucco per la fotografia.”

    • 312 pagine
    • 329 illustrazioni
    • MERIWAST Edizioni, Milano.
    • Per acquistare : http://www.accademiastore.com
  • DIVENTARE ESPERTI DI TRUCCO - ARABO

    DIVENTARE ESPERTI DI TRUCCO - ARABO

    Nella preparazione di questo nuovo volume ho pensato, soprattutto, a chi vuole occuparsi di trucco di bellezza, sia esso semplice correzione e garbato abbellimento, pura trasformazione, o la semplice espressione di un trend passeggero. Inoltre, ho cercato di esporre, in modo chiaro e conciso, tutte quelle tecniche che consentono di aumentare la bellezza, là dove la natura é stata generosa, o donare gradevolezza ad un viso dove la natura é stata più avara. Ho inserito ciò che ho imparato e le tecniche che ho affinato negli ultimi due decenni ( "Il Trucco" BCM Editrice-Milano, risale al 1979.) e le tecniche che ho man mano affinato in molti anni di insegnamento. Pensando anche al nostro inevitabile futuro multietnico ho inserito un capitolo sul trucco dei soggetti di pelle nera e su quelli asiatici e, visto l'interesse manifestato dalle estetiste per questo argomento, ho dedicato un capitolo al trucco per la sposa ed uno trucco per la fotografia.

    Disponibile nelle versioni : Italiano, Inglese, Francese e Arabo.

    • 296 pagine
    • 356 illustrazioni
    • 1997 ALA Editrice, Milano
    • Per acquistare : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • El maquillaje

    El maquillaje

    No existia en Italia un libro sobre el maquillaje profesional que fuera verdaderamente completo y ,sobre todo, escrito por uno de los expertos mas preparados y serios que existan. Nosotros, los que vivimos en primera linea los problemas de las maquilladoras-visajistas que se encaminan hacia la profesion, sabemos cu ntas veces se ha sentido la necesidad de poder contar con un texto completo para aprender a maquillar con conciencia y con la certeza de hacer algo como se debe. De hecho hasta ahora la mayoria de las estetistas han tenido solamente la posibilidad de atenerse a las noticias fragmentarias e inorganicas aparecidas en revistas del sector y en semanarios para mujeres. Los libros, incluso los mas recientes, aparecidos en el mercado, si bien de autores muy prestigiosos y de indiscutibile valor personal, est en sobre todo dirigidos a la mujer que se maquilla mas que a los maquilladores y las maquilladoras. Los libros, incluso los mas recientes, aparecidos en el mercado, si bien de autores muy prestigiosos y de indiscutibile valor personal, est en sobre todo dirigidos a la mujer que se maquilla mas que a los maquilladores y las maquilladoras. El haber conocido Stefano Anselmo, el haberlo apreciado y estimado como maquillador y como persona, nos ha ofrecido la oportunidad de colmar esta laguna de las obras italianas en el sector estetico. Esto escribamos en la presentacion de la primera edicion. El exito que el mercado le ha concedido ha dado razon a nuestras expectativas y nos ha convencido de subdividir la obra en dos tomos distintos, el primero dedicado al maquillaje correctivo y el segundo que tendr por objeto el maquillaje artistico, teatral, cinetelevisivo, etc. Del primer volumen de la obra presentamos la segunda edicion, que es mucho mas rica y mas completa de la anterior:192 paginas en cambio de 111 y 225 figuras en lugar de las 106 de antes. Adem si como la obra se ha convertido en libro de texto en muchisimas escuelas de estetica en Italia y en el exterior, el autor ha introducido varios trabajos que sus alumnos han realizado durante los cursos de maquillaje: un agradecimiento a los ex-alumnos, muchos de los cuales se han convertido a su vez en conocidos profesionales y en una prueba de la validez de la obra como texto didactico. Esperamos que de la lectura y del estudio del primer tomo derive, ante todo, la consecucion de una madurez profesional como maquilladores y maquilladoras, pero tambien un enriquecimiento individual que permita ver el maquillaje no como "artificio" finalizado a cambiar un rostro,sino como metodo util para mejorarlo,manteniendo constantes las caracteristicas peculiares.

      INDICE
    • Capitulo I - Las herramientas del oficio. Fond de teint (base), polvos, coloretes, sombras para ojos, lapices, sombreadores, corrector en barra, cosmeticos para pestañas, delineador (eye liner), barras de labios, brillo de labios, purpurina, kohl y kajal.
    • Capitulo II - Las herramientas del oficio. Productos para demaquillaje y preparacion de la piel, productos auxiliares para el maquillaje, productos para el maquillaje.
    • Capitulo III - Los instrumentos y las condiciones paramaquillar mejor
    • Capitulo IV - Como cortar los lapices
    • Capitulo V - Los colores La teoria de los colores, colores calidos y colores frios, tinte, gradacion, intensidad, los colores fundamentales, las correcciones especiales, caparrosa, "antojos", cicratices y quemaduras.
    • Capitulo VI-La ilusion optica o sea, las correcciones El claroscuro pictorico, los contrastes y la relacion de las partes entre si, las contradicciones de los claroscuros.
    • Capitulo VII-Preparacion de la base. El fond de teint Eleccion de las tonalidades, eleccion del fond de teint.
    • Capitulo VIII- Preparacion de la base para el contornode los ojos. Ojeras, bolsas, la fijacion.
    • Capitulo IX - Las cejas. Geometria del arcosuperciliar. Los paralelismos, cuatro cejas tipicas, los errores ms frecuentes, depilaciokn de las cejas, correccion del arco superciliar.
    • Capitulo X - La correccion del rostro Como modelar los contornos del rostro, el rostro demasiado cuadrado, el rostro demasiado redondo, el rostro demasiado chato, el rostro demasiado delgado, el rostro demasiado largo, el rostro demasiado triangular 1, el rostro demasiado triangular 2.
    • Capitulo XI - El rostro demasiado cuadrado
    • Capitulo XII - El rostro demasiado redondo
    • Capitulo XIII - El rostro demasiado triangular 1
    • Capitulo XIV - El rostro demasiado triangular 2
    • Capitulo XV - El rostro demasiado largo Correccion vertical y horizontal, los planos y las proporciones del rostro.
    • Capitulo XVI - El maquillaje de los ojos El maquillaje de las pesta¤as, el rizapestañas, c¢mo usar el rizapesta¤as, el bordeado, tecnica para moidificar la inclinacion del ojo con el bordeado, claroscuro de los prpados, el maquillaje de base, pestañas postizas como y cundo, la aplicacion de las pestañas postizas, como corregir la forma del ojo con las pestañas postizas, como se puede modificar la linea de los ojos, el maquillaje del borde interior del prpado, la sombra para ojos.
    • Capitulo XVII - La correccion de los ojos los ojos demasiado hundidos, excavados, salientes, separados, juntos.
    • Capitulo XVIII - Las correcciones parciales Correccion de la nariz, la nariz respingada, griega, aguile¤a,chata, larga, de base ancha, con la punta ancha y la raiz estrecha, nariz y peinado, la correccion de la frente, peinado y depilacion de los cabellos, decoloracion y depilacion, la correccion del menton.
    • Capitulo XIX - El maquillaje de la boca El color de la barra de labios, el color de la barra con respecto al vestido, como aplicar la barra, la correcci¢n de la boca, la boca demasiado pequeña, la boca demasiado grande, la correccion de otros tipos de boca, el claroscuro de la boca.
    • Capitulo XX - La tipolog¡a cromtica de base La mujer pelirroja, la mujer morena, la mujer rubia.
    • Capitulo XXI - El maquillaje y la edad El maquillaje de las personas ya no jovenes, ejecucion del maquillaje.
    • Capitulo XXII - El maquillaje para la mujer negra y la mujer oriental La mujer negra, la mujer oriental.
    • Capitulo XXIII - El maquillaje para el d¡a y para la noche Diferencia entre maquillaje de dia y maquillaje de noche, el aspecto tecnico, el aspecto social: la moda, la purpurina, aplicacion de la purpurina.
    • Capitulo XXIV - El estudio del rostro Ficha de maquilaje.
      • 190 pagine
      • 224 illustrazioni
      • 1993 Pervinka editrice, Vicenza
      • Volume destinato ai mercati Ispanici
      • Per acquistare : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Il trucco nella vita, nell'arte, nello spettacolo | ED. '87

    Il trucco nella vita, nell'arte, nello spettacolo | ED. '87

    Stefano Anselmo in quest'opera, svela al professionista, all'aspirante truccatore e all'appassionato dello spettacolo i segreti di una "piccola arte" che è parte essenziale del mondo del teatro, del cinema, della televisione e della fotograia. Nel libro vengono passate in rassegna le varie tecniche di trucco scenico, dal classico trucco d'invecchiamento a quello di carattere, dal trucco di somiglianza a quello etico, ecc. Sono elencati i materiali occorenti e descritte le tecniche, le cui fasi sono puntualmente documentate da una ricchissima serie di illustrazioni a colori e in bianco e nero.

    • Volume 2 - Trucco artistico
    • 288 pagine
    • 359 illustrazioni
    • Per acquistare : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • WOLOF

    WOLOF

    Indicazioni per la consultazione del volume

    Questo manualetto è suddiviso in tre parti: la prima è scritta per gli italiani, interessati alla cultura senegalese e in particolare a quella wolof e che desiderano conoscerne la lingua. La seconda è dedicata agli wolof e a quelli che parlano questo idioma e che desiderano avere un primo incontro con la lingua e la cultura italiana. La terza è basata su una esposizione parallela delle due lingue attraverso testi piuttosto semplici scritti in un linguaggio di uso corrente. Lo wolof è influenzato da diverse tendenze linguistiche regionali che lo rendono abbastanza variabile, per cui abbiamo deciso, per garantire un’uniformità ortografica, di attenerci al dizionario di Arame Fal, Rosine Santos e Jean Léonce Doneux, Dictionnaire wolof-français (ediz. Karthala, 1990). Abbiamo scelto di utilizzare termini grammaticali francesi e non wolof in quanto, questi ultimi, ideati dai linguisti del C.L.A.D., fanno parte di una terminologia elitaria sconosciuta alla gente comune.

    Xibaar ngir jàngum téere bi

    INDICE

    RINGRAZIAMENTI pag. 3 - Indicazioni per la consultazione del volume pag.4 - Xibaar ngir jàngum téere bi pag. 5 - INTRODUZIONE pag. 7 - L’IMMAGINE DELL’IDENTITÀ AFRICANA - TRA FRAINTENDIMENTO E NEGAZIONE pag. 7 -

    PARTE PRIMA: PARLO WOLOF - IN SENEGAL pag. 15 - GLI WOLOF E LE ALTRE GENTI DEL SENEGAL pag. 16 - La lingua e i dialetti pag. 17 - La famiglia pag. 18 - Valori fondamentali della cultura wolof pag. 20 - Le arti di seduzione femminile e le forme di erotismo pag. 21 - Nomi e cognomi di Senegal e dintorni pag. 22 - Grammatica pag. 25 - L’alfabeto wolof - Lifantu wolof pag. 25 - Articoli definiti e indefiniti pag. 27 - Il genere pag. 28 - Il sistema verbale pag. 29 - Il verbo essere pag. 29 - Il presente dichiarativo pag. 30 - Il presente non compiuto pag. 31 - Il presente compiuto pag. 32 - Il passato pag. 34 - Il futuro pa. 35 - L’imperativo pag. 35 - Le forme negative del verbo pag. 36 - Suffissi verbali pag. 37 - L’interrogazione pag. 39 - Il benefattivo pag. 41 - Saluti pag. 42 - ÑAARELU XAAJ: DEGG NAA ITALIEN

    PARTE SECONDA: PARLO ITALIANO - Làkku italien pag. 43 - Il lessico dell’italiano e le influenze esterne - Baat ak waxu - italien yu cosaanoo ci yeneen làkk pag. 44 - Nuyoo - I saluti pag. 45 - Turu italien yi ak seeni sant - Nomi e cognomi italiani pag. 46 - Limu turu italien yi pag. 46 - Limu sant italien yi pag. 48 - Grammaire pag. 49 - Lifantu italien - Alfabeto italiano pag. 49 - Naka lañuy binde italien - Come scrivere l’italiano pag. 50 - Le genre - Il genere pag. 51 - Les articles - Gli articoli pag. 52 - Masculin singulier - Singolare maschile pag. 52 - Masculin pluriel -Plurale maschile pag. 53 - Féminin singulier - Singolare femminile pag. 54 - Jigeenal mbootay - Plurale femminile pag. 54 - Le temps des verbes - I tempi dei verbi pag. 55 - Auxiliaires - Ausiliari pag. 55 - Le présent - Il presente pag. 57 - Le passé - Il passato pag. 57 - Le futur - Il futuro pag. 59 - Conditionnel présent - Condizionale presente pag. 59 - Conditionnel passé - Condizionale passato pag. 59 - Les conjugaisons - Le coniugazioni pag. 60 - Première conjugaison - Prima coniugazione pag. 60 - Deuxième conjugaison - Seconda coniugazione pag. 61 - Troisième conjugaison - Terza coniugazione pag. 61 - Verbes irrégulier - Verbi irregolari pag 64 - Weddi bi - La negazione pag. 64 - Ban, lan, kan, kañ - Quale, cosa, chi, quando pag. 65 - Bala, ba pare - Prima, dopo pag. 66 - Ino, one, etto pag. 67 -

    PARTE TERZA : MANUALE DI CONVERSAZIONE - ÑETTEELU XAAJ BI: NGIR YOMBAL SEEN WAXTAAN - Numéros cardinaux - Numeri cardinali pag. 69 - Numéros ordinaux - Numeri ordinali pag. 71 - Pronoms personnels - Pronomi personali pag. 72 - Complément d’objet - Complemento oggetto pag. 72 - Adjectifs et pronoms possessifs -Aggettivi e pronomi possessivi pag. 72 - Sama bos, sama yos - Il mio, i miei pag. 73 - Waxataan wi - Conversazione pag. 74 - Les prépositions - Preposizioni pag. 74 - Les adverbes - Gli avverbi pag. 75 - Le génitif - Il genitivo pag. 76 - Le comparatif - Il comparativo pag. 76 - Waxin yu ánd ak teggin - Frasi e forme di cortesia pag. 77 - Ngir senegalais yi pag. 77 - Per gli italiani pag. 78 - Yaram wi - il corpo pag. 79 - Kanam gi - La faccia, il viso pag. 80 - Jamano ji - Il tempo pag. 81 - Jamaano ji - Il tempo (atmosferico) pag. 83 - Kàddu yu am njariñ - Frasi utili pag. 84 - Ci bank bi - In banca pag 84 - Ci bar, ci lekkukaay, ci restaurant bi - Al bar, al ristorante pag. 84 - Njend mi - Acquisti pag. 85 - Wer gu yaram - Salute pag. 86 - Waxataan wi - Conversazione pag. 87 - Ndaje mi - Incontro pag. 88 - Wakaans yi pag. 89 - Le vacanze pag. 98 - Melokaan yi - I colori pag. 92 - Ay léebu wolof ak italien - Proverbi wolof e italiani pag. 93 - Proverbi wolof pag. 94 - Ay léebu italien pag. 96 - Cax ak toj-làmmiñ - Indovinelli e scioglilingua pag. 96 - Buma deme (canzone) pag. 98 - Kàddu yu nuroo te wuute - Parole simili pag. 100 - Piccolo dizionario italiano-wolof pag. 102 - Dictionnaire bu ndaw wolof-italien pag. 113 -
    • 128 pagine
    • 2009 Edizioni dell’ARCO, Milano
    • Per acquistare : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Telefono 02 / 58113325
  • LE RICETTE DI SUNUGAL

    LE RICETTE DI SUNUGAL

    Ricette tipiche della cucina senegalese, dagli antipasti ai secondi piatti.

    • Progetto grafico: Donatella D’Angelo
    • Curatore editoriale delle ricette: Stefano Anselmo
    • Foto: Vincenzo Iaconianni, Gianfranco Mura
    • Collaborazione alla redazione: Giulia La Marca,Silvia Berini, Barbara de Bernardis, Renata Storace,Simona Milella, Daniela Mecchia, Modou Gueye/li>
    • Per acquistare : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Les secrets du maquillage correctif

    Les secrets du maquillage correctif

    Piccolo manuale sulle tecniche fondamentali del trucco correttivo distribuito dalla Zasmin cosmetici. Volume Esaurito.

    • 24 pagine
    • illustrazioni
    • 1970 Zasmin cosmetici
    • Edizione italiana,inglese, francese.
    • Volume esaurito
  • Il Trucco nella vita, nell'arte, nello spettacolo

    Il Trucco nella vita, nell'arte, nello spettacolo

    Piccolo manuale sulle tecniche fondamentali del trucco correttivo distribuito dalla Zasmin cosmetici E' il primo libro professionale di notevole livello apparso in Italia sull'argomento. Il volume é diviso in quattro parti; la prima, composta da venti capitoli, é dedicata al trucco correttivo di abbellimento: proporzioni del viso, geometriadell'arcata sopraccigliare, trucco e correzione degli occhi, del naso, della bocca, ecc.. Nella seconda parte si parla di trucco teatrale, cinematografico, televisivo e fotografico. Nella terza parte l'autore descrive popoli e culture, passati e presenti, che hanno creato con la pittura del corpo importanti forme artistiche. L'ultima parte é una galleria di alcuni lavori dell'autore.

    • 288 pagine
    • 405 illustrazioni
    • 1979 BCM Editrice, Milano
    • Volume esaurito
  • Come dove e quando truccare

    Come dove e quando truccare

    E' un volumetto nato dalla collaborazione della rivista Beauty Line con la casa editrice B.C.M. Contiene le tecniche correttive fondamentali ed alcuni consigli pratici.

    • 78 pagine
    • 94 illustrazioni
    • SEPEM Edizioni 1980, Milano
    • Volume esaurito
  • Il trucco e la maschera

    Il trucco e la maschera

    Il trucco e la maschera è un vertiginoso viaggio nel regno della metamorfosi e della trasformazione. Vi sono raffigurati 32 soggetti, attinti dalla storia, dalla mitologia, dal fumetto, dalla fantascienza e dal cinema. I risultati finali colpiscono per il virtuosismo tecnico e il senso pittorico di cui l'Autore dà prova. Ma è altrettanto interessante, per il lettore, seguire, attraverso le schede descrittive, e le immagini che le accompagnano, il processo che porta il modello umano di base a diventare altra cosa, grazie all'abilità manuale, alla maestria tecnica e alla scatenata fantasia dell'inventore.

    • 168 pagine
    • 134 illustrazioni
    • 1984 BCM Editrice, Milano
    • Volume esaurito
  • Il trucco nella vita, nell'arte, nello spettacolo | ED. '85

    Il trucco nella vita, nell'arte, nello spettacolo | ED. '85

    E' la versione scolastica del programma di trucco correttivo presente nel volume omonimo stampato nel 1979.

    • Volume 1- Trucco correttivo
    • 192 pagine
    • 225 illustrazioni
    • 1991 BCM Editrice, Milano
    • Volume esaurito
  • Tecnica e arte del trucco

    Tecnica e arte del trucco

    Tutte le donne si truccano. Siamo ormai abituati a vederle col viso ravvivato dai colori dei cosmetici. Loro d'altro canto si sentono scialbe se non migliorano il pallore della loro faccia con un tocco di rossetto, o con un pò di fondotinta, o intensificando lo sguardo mediante matite e ombretti. Generalmente, però, le donne commettono l'errore di scegliere i cosmetici in base ai colori che a loro piacciono di più e, ancora peggio, li applicano senza troppa riflessione imitando l'ultimo consiglio della tal rivista o quell'ombretto che "stava così bene" alla sua amica. Forse non sanno che una truccatura per abbellire il volto ideata da un professionista é un'altra cosa. Essa viene studiata "su misura" per quel viso e solamente su quel viso andrà applicata. In questo modo le irregolarità "dannose" vengono attenuate o addirittura nascoste e quelle utili sfruttate per valorizzare la personalità. In pratica quasi ogni viso ha qualche impefezione: i visi perfetti, da statua, sono rarissimi. E un trucco intelligente permette di "rimodellare" i "punti deboli" di un volto, di sottolineare i migliori, in modo tanto efficace da crearvi una bellezza nuova, perfettamente aderente al tipo e alla personalità di chi lo porta. Il trucco ha seguito nel tempo l'evoluzione dell'immagine della donna, subendo tra l'altro l'influenza della moda, così come avviene per gli abiti e le acconciature. Non bisogna dimenticare, però che la faccia non la si può cambiare con la stessa facilità con cui si cambia un paio di scarpe. La moda ha indubbiamente un suo peso, che nessuno disconosce. per quanto riguarda il trucco, però, bisogna essere prudenti, utilizzando come se fosse uno dei tanti strumenti di bellezza per essere attuali e più affascinanti. Essere belle non significa appiccicarsi addosso il 'look" della tal fotomodella, bensì predere a prestito quel dettaglio che vi confà, che vi si adatta.C'è chi si trucca in modi differenti assecondando il proprio bisogno di esprimersi, per trasmettere quel che ha dentro, oppure per nascondersi dietro una "maschera" che aggiunge quel non so che di cui la natura è stata avara. Non ha importanza se il trucco lo si usa per "comunicare" o "nascondere": l'importante è che il viso non risulti mai grottesco. Truccarsi è come un abito da indossare in cui la donna si deve sentire bene e con cui possa affrontare serenamente la giornata: "piacersi" quindi, accertarsi ed avere così maggiore sicurezza è oggi più che mai importante!Abbiamo visto che truccare significa esaltare i punti focali di un viso, rispettandone però le caratteristiche: che si tratti di pregi o di difetti.Il trucco deve quindi sottolineare le caratteristiche di un volto, non trasformarlo in un altro. Ogni donna deve conoscersi dettagliatamente, scoprendo le tante donne nascoste in se stessa e le possibilità di mutamento vanno prese in esame tutte quante, poiché ognuna può suggerire la formula migliore per trovare un trucco che esalti la propria personalità. Questo non deve trasformare il viso, ma semplicemente sottolineare le caratteristiche. E come abbiamo già detto, nell'operare questa ricerca bisogna fare molta attenzione per non restare vittima dela fascino di modelli precostituiti, che rischierebbere di travisare il vostro vero modo di essere. Ogni volto ha il suo modo di essere bello. Le forme di bellezza sono infinite: basterebbe che le donne lo capissero e cercassero questa bellezza dentro di loro.Anche quelle con le quali la natura è stata meno generosa, dimentichino i loro complessi ed evitando false imitazioni, cerchino il loro modo di sentirsi belle per essere amate.Ed ora accompagnatemi in questo viaggio, attraverso l'arte di farsi belle. Per ottenere un trucco armonioso e attuale occorrono alcune nozioni tecniche di base e il desiderio di conservare la propria bellezza sempre aggiornata. Vi accompagnerò attraverso le diverse forme del viso e di occhi e le molteplici maniere per cambiare la forma.Noteremo come, di solito la forma geometrica del volto non è pura, cioè non è perfettamente triangolare o esagonale o quadrangolare, oppure ovale; spesso è addirittura disarmonica. ne consegue la necessità di correggerla.Un viso troppo regolare sarà reso più espressivo evidenziando qualche suo lato caratteristico al fine di accentuare la personalità. Se invece è eccessivamente irregolare, sarà armonizzato con un trucco appropriato.Una segretaria porterà un trucco classico e leggero, una casalinga un trucco semplcie, una donna di spettacolo un trucco più sofisticato.

    • 175 pagine
    • 185 illustrazioni
    • 1993 Tecniche Nuove Editrice, Milano
    • Volume esaurito
  • MANUALE WOLOF- ITALIANO - WOLOF

    MANUALE WOLOF- ITALIANO - WOLOF

    E' un piccolo volume suddivio in tre parti: la prima è dedicata agli wolof che desiderano avere un primo incontro con la lingua italiana; la seconda, posta al centro del libro, è basata su una esposizione parallela dei due idiomi, lo Wolof e l'Italiano, utilizzando un linguaggio di uso corrente.La terza parte è scritta per quegli italiani che sono interessati alla cultura senegalese ed in particolare a quella wolof e desiderano conoscere un pò della loro lingua.Lo Wolof è influenzato da diverse tendenze linguistiche regionali che lo rendono abbastanza variabile, di conseguenza, per garantire una uniformità ortografica, abbiamo scelto di attenerci al "Dizionario Wolof-Francese" edizione Karthala di Arame Fal, Rosine Santos e Jean Lèonce Doneux.

    • 72 pagine
    • 1996 Edizione C.O.E. Centro Orientamento Educativo, Milano
    • Volume esaurito
  • AFRICA IN LOMBARDIA

    AFRICA IN LOMBARDIA

    Una raccolta di quasi centotrenta indirizzi , nominativi e numeri di telefono curata da Stefano Anselmo e Laura Sidoli che si propone come primo annuario delle attività artistiche, commerciali e culturali legate al pianeta Africa., presenti nella Lombardia . Dall'abbigliamento tradizionale all' acconciatura. Dalle agenzie di viaggio alle ambasciate, alle compagnie di ballo, ai negozi di prodotti alimentari e di musica. Senza trascurare i personaggi e le storie. Edizione C.O.E. Centro Orientamento Educativo Milano.

    • 128 pagine
    • 1996 Edizione C.O.E. Centro Orientamento Educativo, Milano
    • Volume esaurito - Versione on-line su www.cosafrica.it
  • NUOVO RICETTARIO DI CUCINA DEL TRUCCATORE MODERNO

    NUOVO RICETTARIO DI CUCINA DEL TRUCCATORE MODERNO

    INDICE

    PANE RISO E POLENTINE : Acekkè, Focaccine di manioca, Puri, Chapati, Naan, T’ait’a, Riso bianco, Riso pilaff, Riso all’indiana, Cus cus, Burghul, Pirãn, Futù.

    ANTIPASTI E SPUNTINI : Pollo alla maniera dei Gonzaga, Vitello tonnato della Cia, Insalata di granchio, Picadillo Costarica, Antipasti di pasta fritta, Agliata, Insalata di pollo alla iraniana, Pastel, Insalata di yogourt e pomodori, Tabouleh con tonno, Sarde alla beccafico, Zucca alla palermitana, Conserva di Aringhe, Bruschette “variabili”, Antipasto piccante, Zucchine e gamberetti, Frittata di ortiche, Antipasti mediorientali, Salsina Stefano, Salsa Naywa, Salsa a freddo, Guacamole, Salsine della Dafne e della Sandra, Melanzane con polpette, Le ricette di mamma Rosaria (Calamari saltati, Tonno con cipolle, Melanzane alla calabresella, Antipsto di Tropea).

    PRIMI PIATTI: MINESTRE E ZUPPE: Ribollita della Lucia di Firenze, Sopa de ajo alla Cascales, Zuppa di ceci della Mery, Zuppa di ceci alla cubana, Minestra fredda di porri e patate, Zuppa di cozze a modo mio. - PASTE: Pasta Allegra, Pennette col finocchietto, Sugo di Scoglitti, Pasta al tonno buonissima, Spaghetti con l’astice, Spaghetti alle vongole, Pasta con le canoce, Pasta velocissima, Rigatoni del maestro, Maccheroncini della Silvia, Spaghetti 13 agosto, Pasta al forno della Mimi. - RISOTTI: Risottone della Mimi, Panisa varsleisa, Risotto con le ortiche, Risotto con le erbette, Riso e lenticchie, Riso dietetico, Risottone multicolore, Risotto Naywasha.

    PIATTI DI PESCE: Seppioline del maestro, ”Sardele” del Romano, Branzino della Mimi, Cozze alla Tarantina, Calamari con ceci, Lavarello in salsa, Gamberi fritti, Patate riso e cozze, Moscardini in umido, Aloccò e pesce fritto, Ricetta di Scoglitti, Piatto di pesce estivo.

    PIATTI DI CARNE : Arrosto della Jenny, Brasato alla cremasca, Roast beef della Mimi, Polpette alla Mamadou Mbaye, Polpette ”mie” all’indiana, Pollo tandoori, Pollo al limone e zenzero, Pollo al curry, Faraona del magister, Coda alla Vaccinara, Shis Kkebab, Lamb tikka, Maiale vindaloo, He-a-te, Sweet & sour pork, Fans alla Sishuan.

    CONTORNI: Insalata della Ze, Insalata di cavolfiore, Patate carciofi e cipolle, Hot kofi, Panir, Pakora di verdure, Involtini di cavolo, Dhal di spinaci.

    PIATTI UNICI: Moqueca di Bahia, Bobo de camerão, Paella Valenciana, Yassa, Ceebu jën, Ceebu bulet, Ceebu suul, Mafé, Cus cus, Cus cus tunisino, Cus cus marocchino, Cus cus di verdure, Cus Cus di pesce, Cus cus a modo mio, Tagine, Zighinì, Fritto misto alla piemontese, Kedjenou longobardo.

    DOLCI: Bonet, Torta della Flavia, Focaccine dolci, Semifreddo della Nadia, Torta della Milena, Torta della regina, Budino siciliano, La Csrescionda, Tosta Silvana, Zipoli, Cestini Sardi, Ciambelline di Terni, Besciamella dolce della zia Emilia, Dolce di ananas, Budino al cocco, Clafoutis di ciliegie, Semolino, Keiserschmarren, Macedonia buonissima.

    BEVANDE: Bevanda allo zenzero, Bevanda al tamarindo, Tè del deserto, Tè del Kashmir, Tè alle spezie, Tè al cadamomo, Cafè Touba, Bevanda allo yogurt, Limoncello del dottor Piombino.

    LE PAROLE IN CUCINA : Piccolo glossario dei termini utili.

    • DAMA XIIF Edizioni, Milano 2002
    • Info : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    Scarica il PDF